Download PDF

Fano, lì 20/05/2019

A tutte le Aziende interessate

Loro Sedi

CIRCOLARE N. 14/2019

Oggetto:

FERIE MATURATE E NON GODUTE

Si ricorda, secondo quanto previsto in materia dal D.lgs n. 66 del 2003, che, salvo diverse indicazioni della contrattazione collettiva, il 30 giugno 2019 rappresenta il termine ultimo entro cui devono essere fruite le ferie residue del 2017; l’inosservanza di tale disposizione è punita con pesanti sanzioni che variano a seconda del numero dei dipendenti interessati.

Inoltre, fatto sempre salvo quanto eventualmente previsto dal contratto collettivo applicato, dalla mensilità di Luglio 2019 scatta l’obbligo di contribuzione all’INPS sulle ferie residue del 2017 e pertanto, in attesa della fruizione delle ferie da parte del lavoratore, il Datore di Lavoro ha l’obbligo di versare all’INPS, entro il 16 Agosto, la contribuzione relativa.

 

              Salvo diversa disposizione aziendale, lo Studio provvederà all’assoggettamento contributivo delle ferie residue del 2017 sulla mensilità di Luglio 2019, come previsto dalla normativa.

 

              La procedura sopra descritta comporta, inoltre, al momento dell’effettivo godimento delle ferie da parte del lavoratore, il relativo conguaglio a credito dei contributi versati anticipatamente dal Datore di Lavoro.

L’INPS, con messaggio n. 106 del 09/11/2018, ha modificato la gestione di tali conguagli rendendoli molto più complessi e articolati, in particolare quando si tratta di gestire il godimento di ferie maturate in annualità diverse.

Si invitano, pertanto, le aziende a programmare, nei limiti del possibile, il godimento delle ferie arretrate entro il limite massimo di 30 mesi dalla loro maturazione (es. ferie residue anno 2017 fruizione entro Giugno 2020).

A disposizione, inviamo cordiali saluti.

Lucarelli Consulenza del lavoro
Studio Associato